Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 21 maggio 2012

IX COLLI



62,4KG
C°13,7

28°ASS
9°m2


LE SALITE-:


BERTINORO                   6'48   2,577  5.1   22,4
POLENTA                        6'43  3.146  3.2  27.9
PIEVE DI RIVOSCHIO 1   14'53 5.430  5.1  21.8 
PIEVE DI RIVOSCHIO 2   3'13  1,144  5,5  21,2
CIOLA                           20'13 6.852  5.9  20
BARBOTTO                  17'33 4.852  7.7  16.5
TIFFI                             10'48 3.146  6.2  17.2
PERTICARA                    23'56 8.003        19.9
INTERMEZZO                 4'07  1.433  3.5  20.7
PUGLIANO                    29'17  9.138  4.8  18.4
SIEPI                             12'13  4.285  4.6  20.8
GOROLO                       15'46  5.141  5.2  19.5

LA MIA GARA:

E abbiamo cominciato con le trasferte e le gare piu impegnative. Giornata di vigilia andata tutto sommato bene a parte le mie fisime che ogni tanto fanno capolino, ma sono fatto cosi....sempre inquieto prima e mai soddisfatto( o quasi) dopo..... e anche questa volta non è andato molto diversamente. ringrazio la squadra per compagnia in questo lungo week end( rimasto fino a lunedi mattina), e anche Davide Montanari per la compagnia piacevolissima sabato sera.....e per i duroni....squisiti.

Veniamo a domenica, grazie alla griglia Ranking, e al fatto di non essere stato chiamato ai controlli, ho potuto dormire a lungo e fare tutto con calma posizionarmi n griglia sul tardi. Risveglio con terremoto incorporato che sinceramente ho scambiato per un mio svarione, comunque per quel nulla che vale solidariata a tutti quelli che sono rimasti colpiti.

Dal punto di vista meteo giornata inizialmente ideale poi dal barbotto qualche goccia, bella lavata sul tiffi e perticara strade bagne a lungo....ma temevo anche peggio e dopo la Gimondi una passeggiata....lunghetta.

Primi 28,5 km di pianura mangiati ai 44,7 di media contro i 41,4 di un'anno fa( nonostante questo la fuga è andata via), per me sensazioni altanelanti. Prima salita imboccata a  mezza via, poi impossibile recuperare posizioni perche il gruppo ha proceduto tranquillo e quindi non si passava, ritmo come detto abbastanza compassato. Cosi a circa un paio di km dall'imbocco di Rivoschio sono scattato per una controfuga a tre che mi ha portato a poco se  non potere affrontare la prima parte di salita al mio ritmo, ma poi siamo stati ripresi dalla prima parte del gruppo, che in quel momento non era cosi folta. Dopo una discesa fatta a mio avviso forte, mi sono ritrovato all'attacco del Ciola a guardare indietro e vedere una marea Umana.....per fortuna che ero davanti.

Ma quando Burrow ha sgasato è cominciat ala sofferenza e purtroppo non sono stato in grado di tenere il treno buono quello di Merlo ( cosa che ero riuscito a fare tante altre volta) che mi avrebbe portato ad un ottimo risultato( 6h14' fattibili), purtroppo ho dovuto rimanere nel gruppetto dietro con i l quale ho poi scollinato e affrontato la discesa senza piu riuscire ad avvicinarci.

Barbotto in cui sono andato su del mio ritmo e abbiamo scollinato solo in tre( nettamente piu piano ripsetto ad un'anno fa ma vevo ben altro treno e stimolo), abbiamo tirato dritto e alla fine dei su e giu siamo rimastio io e Stefano Bertozzi e nonostante ci dicessero che il gruppone dietro fosse sempre ben vicino abbiamo tirato dritto sempre in tiro ,  in salita piu convincente lui in discesa piu io, ma alla fine è stata una collaborazione fondamentale che ci evitato la beffa del ricongiungimento da depressione( dietro erano davvero in tanti) anche se davvero per un inezia. E anzi abbiamo anche recuperato posizioni, peccato che la solita caduta del gruppo del corto nel tratto finale stretto mi abbia fatto perdere un paio di posizioni per il casino che si è venuto a creare.
A complicare le cose nella seconda parte di corsa anche la pioggia e le strade bagne, che per fortuna mi ha handiccapato meno che alla Gimondi, nonostante un rischio cappottamento proprio nel tornante alla deviazione dei percorsi. Il set di ruote miste ha superato a pieno l'esame e penso lo ripetero anche domenica alla marcialonga meteo permettendo. unico momento difficile di questa seconda parte è stata la prima del  Pugliano dove ho perso le ruote di Bertozzi, ma poi appena la strada verso meta ha mollato mi sono prontamente ripiombato sotto..Anche sul gorolo ho dovuto ben stringere i denti ma li è un classico e comunque la tenuta è stata ottima. Ma non sono certo soddisfatto di questa prestazione. Avanti convinto che c'e da tirare fuori di piu le palle nei momenti di definizione dove o tu definisci il momento o il mmento definisce te


Nessun commento: